Il forum degli studenti di tutta Italia
Vuoi reagire a questo messaggio? Crea un account in pochi click o accedi per continuare.
Il forum degli studenti di tutta Italia

Accorrete nel luogo di incontro virtuale per tutti gli studenti.
 
IndiceIndice  RegistratiRegistrati  Accedi  

 

 Storia dell'arte - Tipologie di tempio

Andare in basso 
AutoreMessaggio
Faber De Andrè
Il Boss
Il Boss
Faber De Andrè


Numero di messaggi : 173
Età : 27
Umore : Molto favorevole al dialogo XD
Scuola: : Fermi
Grado della scuola : Liceo Scientifico
Data d'iscrizione : 17.10.08

Storia dell'arte - Tipologie di tempio Empty
MessaggioTitolo: Storia dell'arte - Tipologie di tempio   Storia dell'arte - Tipologie di tempio Icon_minitimeDom Mar 08, 2009 3:51 pm

Il tempio costituisce la dimora terrena degli dei e alla sua costruzione e ai suoi successivi perfezionamenti i Greci dedicano, fin dall’VIII secolo a.C., tutta la loro cura e il loro ingegno. I templi hanno proporzioni talmente armoniose e forme così semplici e razionali da risultare sempre equilibrati e comprensibili, umani.
Modellino di Tempio Heraion di Argo: riproduce un unico ambiente a pianta rettangolare preceduto da un portico sorretto da due colonne che, inizialmente lignee, verranno poi realizzate in pietra. Il tetto, a due falde, è dipinto con motivi geometrici.
Gli elementi sempre presenti nel tempio sono il nàos cioè la cella e il prònao cioè il portico antistante la cella stessa. Lo spazio porticato del pronao ha la funzione di filtro simbolico tra l’esterno (realtà umana) e l’interno (realtà divina).
A stabilire le varie tipologie del tempio greco è stato l’architetto e statista romano Vitruvio Pollione nel suo trattato De architectura.
- Il tempio in antis prende il nome dai due pilastri quadrangolari costruiti al termine del prolungamento murario dei due lati maggiori del naos.
- Il tempio doppiamente in antis presenta anche sul retro della cella un secondo pronao, uguale per forma e dimensione a quello anteriore. Esso prende più propriamente il nome di opistòdomo.
- Il tempio prostilo ha, in genere, la stessa pianta di quello in antis, soltanto che davanti alle ante si ergono quattro o più colonne. Tra le colonne e le ante viene così a crearsi una specie di porticato. Se ci sono quattro colonne il tempio viene chiamato tetrastilo, sei esastilo...
- Il tempio anfiprostilo è il raddoppiamento di quello prostilo. Vi sono due colonnati.
- Il tempio perìptero è circondato di colonne lungo tutto il perimetro. Viene così a crearsi un portico chiamato peristasi. Alla stessa tipologia appartiene anche il tempio pseudoperiptero nel quale il colonnato sembra circondare tutta la cella ma in realtà, in corrispondenza dei due lati maggiori, manca la peristasi. Se poi la pianta è circolare, il tempio prende il nome di tholos dove il naos assume forma cilindrica e la peristasi si trasforma in un colonnato circolare.
- Il tempio diptero consiste in un doppio colonnato che circonda l’intero perimetro.
- Il tempio monoptero non ha la pianta rettangolare: ha forma circolare ed è circondato da una sola circonferenza di colonne. Non è presente il naos.

_________________
I hope you had the time of your life
Torna in alto Andare in basso
 
Storia dell'arte - Tipologie di tempio
Torna in alto 
Pagina 1 di 1

Permessi in questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum.
Il forum degli studenti di tutta Italia :: Scuola :: Consigli di studio-
Vai verso: